adorazione


Vai ai contenuti

AdunanzA Gerusalemme

AdunanzA

GERUSALEMME – La città santa come un quadro, a fare da sfondo alla prima edizione dell’Adunanza Eucaristica Internazionale, cuore e centro del pellegrinaggio per la Pace in Terra dei giovani dell’Associazione Nazionale Papaboys, dell’Apostolato ‘Youth for life’, dei membri dei gruppi dell’Adunanza Eucaristica ed Adorazione Perpetua, in collaborazione con le comunità dei Nuovi Apostoli, della Vittoria di Dio e della Vigna Deliziosa. Una straordinaria notte nel giardino degli ulivi, a vegliare, cantare, lodare e sentire nel cuore, nella profondità, la presenza di Gesù, il Signore! La prima Adunanza Eucaristica Internazionale è iniziata alle ore 22 di sabato 23 maggio all’interno della Basilica del Getsemani, e la prima comunità che ha tenuto l’ora di adorazione è stata una parrocchia di Gerusalemme, con canti in arabo, che hanno suscitato una profonda emozione fra i numerosi pellegrini presenti. Alle ore 23 della notte è iniziata una processione eucaristica che ha spalancato le porte dei cuori verso il giardino degli ulivi, dove Gesù è stato lasciato solo ai suoi carcerieri ormai 2000 anni fa. Il tema della serata, previsto dagli organizzatori è stato ‘Nella notte in cui ti abbiamo lasciato solo’.
L’Eucarestia è stata esposta su un altare di ulivo di fronte alla grotta del Getsemani, e sullo sfondo la visione delle mura di Gerusalemme, con le sue cupole, la sua storia, ma anche con tutte le sue controversie e contraddizioni. ‘Ti preghiamo per la pace in Gerusalemme Signore!’ – questa e’ stata una delle preghiere che si è alzata dall’orto degli ulivi, preghiera ripetuta a gran voce e con canti di lode e di adorazione dai molti giovani presenti per tutta la notte a vegliare. Vari gruppi si sono susseguiti per tutta la notte, offrendo il proprio carisma, ma anche la propria voce e presenza: esperienza indimenticabile che resterà impressa nei presenti. Tra le preghiere che si sono alzate dall’Adunanza Eucaristica, preceduta da una solenne celebrazione del Nunzio Apostolico in Terrasanta, hanno testimoniato la vera rivoluzione di Dio, quella di riuscire ancora a parlare al cuore del mondo, nonostante la difficile epoca che stiamo attraversando. ‘Imponiamo le mani Signore sulla tua città santa, su Gerusalemme!’. Tra i momenti più coinvolgenti, quello della comunità la Vittoria di Dio, giovani romani che hanno chiesto a Gesù di… “aprirci a nuove strade di speranza”. “Apri il nostro cuore allo spirito della Risurrezione. Manda il tuo Spirito Signore in questa notte a spezzare le catene delle nostre paure. Signore, vinci con la potenza del tuo Amore. Donaci di essere nuovi.”

Dopo quasi 10 ore di Adorazione, l’Adunanza Eucaristica Internazionale (www.adorazione.org) si è conclusa con la recita del Santo Rosario e con la benedizione eucaristica. L’appuntamento per la prossima Adunanza è quello in Italia, a Roma, al Circo Massimo per la fine del mese di Giugno. Ultima riflessione da parte di tutti: ‘Signore, il nostro futuro resta nelle tue mani!’.


Torna ai contenuti | Torna al menu