adorazione


Vai ai contenuti

Adunanza Nocera Inferiore

AdunanzA

NOCERA INFERIORE - Fu notte e fu mattino…

Si è svolta nella notte dello scorso week end l’Adunanza Eucaristica promossa da don Ciro Galisi e dalla comunità parrocchiale di Santa Maria del Presepe, alla quale hanno collaborato il movimento di Adorazione Perpetua presieduto da Don Giovanni Lo Sapio, il movimento Rinnovamento nello Spirito e l’Associazione Papaboys. L’Adunanza a Nocera, a conclusione di una intera settimana di preghiera, è il primo atto che porterà nella Parrocchia di Santa Maria l’Adorazione Perpetua. Dopo l’esposizione del Santissimo Sacramento, la veglia ha visto l'alternarsi di momenti di silenzio e ascolto delle letture. Molti giovani, incuranti della pioggia battente, hanno popolato la Chiesa. Da sottolineare la “pesca di uomini”, svolta durante le ore della movida, mossa da alcuni ragazzi, che guidati da Gesù Eucaristia hanno regalato delle piccole candele ai loro coetanei davanti ai pub, invitandoli a riportarle in Chiesa per accenderle davanti il Santissimo. Molti, se non tutti, sono venuti a deporre la candela e a dedicare almeno una preghiera a Gesù Eucaristia, e tutti quelli che hanno partecipato hanno espresso la loro contentezza per aver “speso” un po' del loro tempo in preghiera con noi. Troppo spesso si sottovaluta la forza e la capacità di aggregazione del pregare insieme. Una ragazza, che per la prima volta partecipava all’Adunanza intorno alle 3 di notte mi ha chiesto “Ma tu resti tutta la notte in adorazione senza andare a dormire?” e nello stesso momento Luca, un ragazzo di Nocera, ritornava in chiesa dicendo “Ero andato a casa convinto di riuscire a dormire, ma dopo dieci minuti disteso sul divano, ho sentito dentro di me il richiamo di Gesù a tornare in adorazione”. Da qui la mia risposta alla ragazza – E’ troppo bello pregare insieme, e sapere che in quel momento altre persone stanno facendo la stessa cosa. Gesù questa sera ci ha aperto la Sua casa, ci ha invitati alla Sua mensa, non possiamo lasciarlo solo”. Personalmente, è stato motivo di grande commozione vedere davanti al Santissimo il viso noto di alcune persone conosciute nel corso delle mie varie partecipazione alle Adunanze Eucaristiche di Roma. Molte le testimonianze che ho ascoltato durante la notte, tra tutte riporto quella di Giulia e Susy. “Non mi era mai capitato di organizzare un evento del genere, né tanto meno di parteciparvi –dice Giulia - sono state le ore più "complete" in questo periodo nella mia vita. La completezza era data, non solo dallo stare in Sua presenza, ma anche dal vedere ragazzi e ragazze della mia età o più grandi che ho sempre visto "passare" fuori la Chiesa e non avere mai la "spinta" giusta per entrarci e accendere una candela per Lui e pregarlo a voce alta in un silenzio celestiale. Tirando le somme, sono sensazioni molto positive”. “Quando sono faccia a faccia con Lui mi spoglio di tutto... amo essere completamente nuda e sentirmi al centro della Sua attenzione. Purtroppo – continua la testimonianza di Susy - sto attraversando un periodo un pò difficile e "questa notte di adorazione" è arrivata nel momento giusto. Non è facile raccontare le sensazioni e le emozioni vissute in quelle ore perché non riesco a spiegarle nemmeno a me stessa. Sono ansiosa, il respiro diventa sempre più pesante e le lacrime cadono senza sosta sul mio viso. Vorrei tanto dare una spiegazione del perché accade ma arrivo sempre alla conclusione che non esiste un perché... siamo solo io e Lui e nessun altro, mi dono completamente e aspetto con speranza un Suo cenno. Ovviamente mi sono passate dinanzi tutte le persone a me più care e ho posto anche loro sul Suo altare. Grazie per aver condiviso con me questa notte”. Alle 8 il Santissimo è stato deposto nel Tabernacolo e durante la mattinata, a conclusione dell’adorazione, sono state celebrate numerose messe. La settimana eucaristica si è conclusa con le parole di Gesù: “Siate il sale della terra”. Cosa fa il sale? Dà sapore. Perdere sapore è perdere il contatto con Cristo.


Torna ai contenuti | Torna al menu